LIGURIA – Incentivi alle piccole e medie imprese turistiche: strutture ricettive alberghiere – Proroga

La dotazione è di 6 milioni di euro cui aggiungere 6 milioni di euro di cofinanziamento bancario, consentendo pertanto – attraverso le regole del “pari-passu” – di raddoppiare le risorse da destinarsi ai finanziamenti agevolati sui fondi di rotazione per le imprese di tipo alberghiero.
I beneficiari:
• alberghi
• residenze turistico-alberghiere
• locande
• alberghi diffusi
• iscritti e attivi al Registro delle imprese al momento della presentazione della domanda.
L’obiettivo della misura specifica rientra in quello più generale e strategico di promuovere il processo di riqualificazione dell’offerta turistica ligure anche attraverso lo sviluppo e la maggiore “qualità” delle strutture ricettive esistenti.
Gli interventi previsti dal Piano di riqualificazione devono interessare un’unica struttura ricettiva, e le sue eventuali pertinenze, ubicata sul territorio regionale ligure.
Spese ammissibili ad agevolazione:
• progettazione e direzione lavori, oneri per le concessioni edilizie e collaudi di legge
• opere murarie e/o assimilate
• acquisto di macchinari, impianti, attrezzature varie ed arredi, nuovi di fabbrica
• acquisto di dotazioni e programmi informatici e realizzazione di siti internet
• spese finalizzate all’introduzione di sistemi di qualità ed all’adesione di sistemi di certificazione ambientale secondo standard e metodologie riconosciute a livello nazionale e/o internazionale (ad esempio ISO, EMAS, marchio Ecolabel, e altro)
Possono essere comprese anche spese facenti parte del capitale circolante nella misura massima del 15% dell’importo complessivo del Piano stesso (ad esempio: costi per l’alta formazione, costi per perizie, costi per garanzie e altro).
In tale logica sono considerati premiali l’utilizzo prevalente di personale interno con regolare contratto di lavoro e l’aver investito nella formazione professionalizzante e/o nell’alta formazione.
Con deliberazione n.142 del 9 marzo 2018 sono stati prorogati i termini di presentazione domande al 31 maggio 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × tre =