SICILIA – P.O. F.E.S.R. 2014-2020 Azione: 3.4.2 incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione

Tipologie di intervento finanziabili sono le operazioni di supporto specifico a beneficio di imprese singole e associate per l’accompagnamento delle stesse nel proprio percorso di internazionalizzazione e di sostegno per l’accesso ai mercati.
I soggetti che intendono realizzare un progetto d’investimento riguardante il proprio percorso di internazionalizzazione in forza delle agevolazioni previste dal presente Avviso presentano, insieme alla domanda una specifica proposta progettuale, corredata di tutta la documentazione richiesta.
I progetti di investimento possono consistere in progetti inerenti la partecipazione a fiere commerciali, azioni relative a studi o servizi di consulenza necessari per il lancio di nuovi prodotti oppure per il lancio di prodotti già esistenti su un nuovo mercato in un altro Stato membro o paese terzo.
Non sono ammissibili progetti di aiuti alle esportazioni né di aiuti subordinati all’uso di prodotti nazionali rispetto a prodotti importati. In particolare, non sono ammissibili azioni di costituzione e gestione di una rete di distribuzione in altri Stati membri o paesi terzi.
Le tipologie di operazioni da finanziare devono essere rientranti nel Piano regionale per l’Internazionalizzazione (PRINT) e correlato Piano di azione 2016-2018 approvato con Delibera di Giunta n. 290 del 09 Agosto 2016 pubblicata sul sito web: www.sprintsicilia.it.
Il contributo massimo concedibile non sarà superiore a euro 100.000,00 in caso di impresa singola e a 200.000,00 euro nel caso di progetto presentato in forma associata.
Le spese ammissibili a contributo sono le seguenti:
a) costi dei servizi di consulenza per l’internazionalizzazione prestati da consulenti esterni;
I servizi in questione non dovranno essere continuativi o periodici ed esulano dai costi di esercizio ordinari dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità.
Il costo relativo al servizio di consulenza di un eventuale Temporary Export Manager potrà essere rendicontato fino all’importo di 20.000 Euro, comprensivo di tutti gli oneri dovuti.
Il valore complessivo dei servizi di consulenza non potrà essere superiore a 40.000 Euro nel caso di progetto presentato da singola impresa e di 80.000 Euro nel caso di imprese che si presentano in forma associata.
I servizi di consulenza dovranno rientrare nelle seguenti tipologie:
• ricerca operatori/partners esteri e assistenza per organizzazione incontri commerciali;
• studi pre-fattibilità e di fattibilità per lo sviluppo delle reti commerciali, reti distributive specializzate e assistenza post-vendita all’estero;
• consulenza inerente la contrattualistica internazionale, costituzione societaria all’estero, gestione delle controversie e recupero crediti con riferimento a mercati esteri, e-commerce, registrazione e/o implementazione dei diritti industriali all’estero (marchi e brevetti);
• consulenza fiscale e doganale su aspetti tecnici, legislativi e procedurali connessi all’import/export;
• consulenza finanziaria erogabile da soggetti specializzati per l’assistenza all’accesso al supporto bancario all’internazionalizzazione e per la costituzione di imprese all’estero;
• consulenza su assicurazione al credito all’esportazione erogabile da soggetti specializzati;
• consulenza su certificazioni estere di prodotto;
• elaborazione di Piani di Marketing per l’internazionalizzazione;
• ideazione e realizzazione di brand per la penetrazione nei mercati esteri;
• coinvolgimento un Temporary Export Manager (TEM) che assicuri la gestione e coordinamento del progetto d’internazionalizzazione;
• assistenza legale e contrattuale finalizzata alla sottoscrizione di accordi con operatori esteri;
• assistenza per la partecipazione a gare in paesi esteri;
• consulenza strategica e commerciale finalizzata al presidio dei nuovi mercati;
b) costi per eventi internazionali e per attività funzionali allo sviluppo della dimensione internazionale della PMI ovvero al lancio di prodotti:
• affitto e allestimento area espositiva per la partecipazione alle fiere internazionali (comprensivi degli eventuali costi di iscrizione, oneri e diritti fissi in base al regolamento dell’iniziativa, progettazione e montaggio dello stand, alla movimentazione e stoccaggio interna dei materiali e dei prodotti con eventuali e correlate spese di assicurazione; costi per la fornitura di beni materiali (quali arredi) che compongono lo stand; spese di gestione dello stand: relativo ai costi del personale (dipendente o esterno quali hostess/steward) impegnato per il solo tempo di presenza nello stand, e i costi relativi a traduttori e interpreti);
• spese di trasporto e assicurazione dei materiali e dei prodotti utilizzati esclusivamente in occasione degli eventi promozionali previsti nel progetto;
• viaggio, vitto e alloggio del personale aziendale in misura massima di due addetti in occasione degli eventi promozionali previsti nel progetto;
• affitto e allestimento location per attività di incoming, outgoing,
• costi per azioni di promozione presso la Grande Distribuzione e la Distribuzione Organizzata all’estero e/o anche nella forma di show-room temporanei all’estero;
• servizi di interpretariato, hostess, noleggio di attrezzature e strumentazioni;
• brochure, cataloghi, materiale informativo, in lingua inglese e/o nella lingua del paese obiettivo del progetto di internazionalizzazione;
• viaggio, vitto e alloggio di operatori esteri;
• creazione di siti web in inglese, e/o nella lingua del paese obiettivo del progetto di internazionalizzazione o adeguamento del sito esistente alla lingua inglese e/o alla lingua del paese obiettivo del progetto di internazionalizzazione per una spesa massima di 3.000 euro;
• promozione sui mercati di riferimento (pubblicità a mezzo stampa, web e social network);
• spese per la certificazione di prodotto/ protezione del marchio nei mercati di destinazione individuati nel progetto funzionale alle attività di export. Tali spese riguardano: preparazione e traduzione dei documenti tecnici per l’Ente certificatore, trasporto e assicurazione di campioni e documenti tecnici all’Ente certificatore, procedure di certificazione.
Le spese ammesse a finanziamento devono essere finalizzate e coerenti alla realizzazione delle attività previste nel progetto d’internazionalizzazione.
Le prenotazioni per la presentazione delle domande dovrà essere effettuata nel portale delle agevolazioni all’indirizzo: http://portaleagevolazioni.regione.sicilia.it a partire dalle ore 9.00 del 40° giorno decorrente dalla data di pubblicazione sulla GURS e fino alle ore 14.00 del 50° giorno decorrente dalla stessa data. Nel caso in cui il 40° giorno dalla data di pubblicazione sulla GURS sia un giorno festivo, si rinvierà l’apertura dello sportello al primo giorno feriale successivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − 2 =