VENETO – Bando per l’erogazione di contributi alle PMI a prevalente partecipazione femminile. Anno 2017

Con il presente Bando la Regione del Veneto intende promuovere e sostenere le piccole e medie imprese (PMI) a prevalente partecipazione femminile nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi al fine di rafforzare e arricchire il tessuto imprenditoriale veneto ai sensi dell’articolo 1, comma 1, lettera a) della legge regionale 20 gennaio 2000, n. 1 ” Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell’imprenditoria femminile”.
Il Bando ha una dotazione finanziaria iniziale pari a euro 815.256,00. E’ previsto un ulteriore
stanziamento di euro 2.200.000,00 entro il 31 dicembre 2017.
Sono ammesse alle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese (PMI), come definite dalla
Raccomandazione della Commissione 6 maggio 2003, n. 2003/361/CE, dei settori dell’artigianato,
dell’industria, del commercio e dei servizi che rientrano in una delle seguenti tipologie:
I) imprese individuali di cui sono titolari donne residenti nel Veneto da almeno due anni;
II) società anche di tipo cooperativo i cui soci e organi di amministrazione sono costituiti per
almeno due terzi da donne residenti nel Veneto da almeno due anni e nelle quali il capitale
sociale è per almeno il cinquantuno per cento di proprietà di donne.
Sono ammissibili le spese relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:
a) macchinari, impianti produttivi, hardware, attrezzature ed arredi nuovi di fabbrica;
b) spese di progettazione, direzione lavori e collaudo connesse alle opere edili/murarie di cui alla lettera d);
c) mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, a esclusivo uso aziendale, con l’esclusione delle
autovetture;
d) opere edili/murarie e di impiantistica;
e) programmi informatici.
L’agevolazione, nella forma di contributo a fondo perduto, è pari al 30% della spesa rendicontata ammissibile per la realizzazione dell’intervento:
• nel limite massimo di euro 45.000,00 corrispondenti a una spesa rendicontata ammissibile pari o superiore a euro 150.000,00;
• nel limite minimo di euro 6.000,00 corrispondenti a una spesa rendicontata ammissibile pari a euro 20.000,00.
Non sono ammesse le domande di partecipazione in cui l’investimento previsto comporti spese
ammissibili per un importo inferiore a euro 20.000,00.
La domanda ed i relativi allegati devono essere firmati digitalmente dal rappresentante legale della PMI beneficiaria, o da un procuratore munito di procura speciale per la presentazione della domanda corredata da copia di documento di identità del beneficiario, pena l’irricevibilità della stessa.
La domanda può essere presentata a partire dalle ore 10.00 di lunedì 6 novembre 2017, fino alle ore 18.00 di giovedì 16 novembre 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 1 =